Ernesto Ghezzi

L'intervista

 

Direttamente dal "Max 20 Live Tour", FMP ha il piacere di presentare ed intervistare il Tastierista che ha reso più unico il "Giro d'Italia" di Max Pezzali e della sua Band:
Ernesto Ghezzi.

Ciao Ernesto, intanto volevamo farti i complimenti per le grandi performance che ci accompagnano, ormai, da ben quasi 10 anni! Segui Max e i suoi Tour da così tanto tempo che per tutti i fans sei un punto di riferimento ed anche in questo "Max 20 Live Tour" hai entusiasmato tutti!

Grazie dei complimenti! Eh si....quasi 10 anni! L'entusiasmo è reciproco comunque, anche io ne ricevo tantissimo dai fans! Sempre molto affettuosi!

Ma iniziamo dal tuo primo incontro con Max: come e quando è avvenuto?

Il mio primo incontro con Max risale a molto prima di 9 anni fa, l'avevo conosciuto a Milano (non molto di più di un "ciao piacere", con un grande amico che suonava con lui, ahimè scomparso, Leandro Misuriello), poi ci siamo ritrovati insieme durante un tour di Eros Ramazzotti (quell'anno suonavo con Eros) ed abbiamo condiviso il palco per dei concerti.
Ricordi la tua prima prima volta che hai suonato per lui?

La prima volta che suonammo insieme fu alla "data 0", così si chiama il primo concerto del tour, di Pian del Voglio credo.....anche se già avevamo fatto delle apparizioni promozionali in tv....  

Che rapporto hai con Max?

Con Max ho un rapporto professionale, suono (quindi lavoro) per lui, ma lui è una persona di una disponibilità e umiltà fuori dal comune, lo dico col cuore.

Ovviamente credo che per te ogni tappa, anche nei Tour precedenti, ha avuto qualcosa di significativo...ma quale ricordi con più frequenza? Perchè?

Diciamo che i ricordi sono tanti....e di tanti concerti....forse la prima volta al Forum di Assago, c'erano pezzi dell'album di difficile esecuzione per me come "Essenziale" per dirne uno (L'album era "Il Mondo insieme a te"), dovevo suonare la parte di due pianoforti contemporaneamente....il concerto fu emozionante....

Con quale membro della Band attuale o passata hai più legato?

Non voglio essere buonista ma davvero di tutti i musicisti ho un buon ricordo....anzi ottimo! E quando si può ci si vede ancora....o si suona insieme in altre occasioni.

 

Ma passiamo al Max 20 Live Tour! Raccontaci un aneddoto particolare di questo giro d'Italia che ha ricevuto il SOLD OUT in tutte le tappe!
 
Il Max 20 è fantastico, e si respira un'aria magica....l'aneddoto? La prima volta su "Con un deca", scoppiano "i deca" ....ma il botto non l'avevamo mai "testato"....è un tuono! Mi sono spaventato....e quasi cado pure per terra!
 
Avete un segno scaramantico prima di salire nel Palco?
 
Non ci sono segni scaramantici particolari.....forse solo il darsi la carica con frasi tipo "forza spacchiamo tutto"....o il "dajeeee" di Pierpa....funzionano mi pare!!
 
Il pezzo che suoni più volentieri?
 
Il pezzo che suono più volentieri del tour è "Sempre noi" perchè posso liberare l'animale chitarristico che ho dentro....con la "tastiera a tracolla"!
Ad ogni tappa vediamo delle video camere che filmano ogni secondo del Live e molti fans hanno supposto che in futuro uscirà un DVD che raccoglie gli attimi migliori di queste tappe...tu puoi dirci qualcosa a riguardo?
 
Che io sappia no.....ma sarebbe forte!
 
Il Tour continuerà nel 2014 con altre 8 tappe e credo sia inutile domandarti se tu ne farai parte! Dopo hai dei progetti o continuerai con altre tappe del Tour che ancora non conosciamo? Parlaci del tuo futuro.
 
Spero proprio di farne parte!!!!!!
Collaboro anche con una grandissima rock band che si chiama Gotthard, coi quali farò un po' di concerti anche quest'anno, più The Choice e DueBarraTre, due formazioni in cui milito da anni....di grandi musicisti e grandi amici.
Vuoi salutare i fans?

 

A tutti i fans di FMP mando un mega abbraccio stritolante!!!!!
A prestissimo!!!!

Intervista realizzata da Admin Mirko il 15/12/2013